Spettacolo teatrale “La Pupara”, Compagnia I Trovatori

Sabato 23 ottobre 2021 dalle  21:30 alle 22:20 posti esauriti

Con:  Compagnia I Trovatori (Giuseppe Vigneri, Giuseppe Aiosi)
presso: Giardini della Chiesa San Crispino e Crispiniano (Vicolo S. Michele Arcangelo, Palermo)

____
In ottemperanza al DPCM del 23 luglio 2021, dal 6 agosto 2021 per accedere è obbligatorio che i visitatori esibiscano il Green Pass corredato da un valido documento di identità. Le disposizioni non si applicano ai bambini di età inferiore ai 12 anni e ai soggetti con certificazione medica specifica

 

Il prodotto non è attualmente in magazzino e non è disponibile.

Categoria:

Descrizione

Con:  Compagnia I Trovatori (Giuseppe Vigneri, Giuseppe Aiosi)

presso: Giardini della Chiesa San Crispino e Crispiniano (Vicolo S. Michele Arcangelo, Palermo)

 Il castello di Ypsigro, agli inizi del Novecento, viene messo all’incanto a causa degli indebitamenti e dello sperpero degli eredi della nobile famiglia, che per lunghi secoli ne ha retto il principato. Il sindaco del paese riceve una lettera minatoria, da parte di alcuni soggetti malavitosi: cedere il maniero, mediante atto pubblico, oppure assumersi la responsabilità delle conseguenze, qualora declinasse l’invito. Spinto da un forte senso etico e politico, il Sindaco, affiancato da un suo fedelissimo assessore, si ribellerà a quella minacciosa richiesta. D’altronde, il castello è sì divenuto un peso gravoso per gli eredi del nobile casato, ma non per gli abitanti del paese d’Ypsigro. Quel castello, infatti, custodisce un bene prezioso al quale tutto il popolo di Ypsigro è legato. Sarà proprio grazie a questo bene, che il sindaco riuscirà a creare uno scudo ben solido contro la Pupara, colei che muove e governa i “Pupi, i pidocchi”, mobilitando tutta la popolazione a aderire ad una colletta destinata all’acquisto del castello. Durante il viaggio i due protagonisti, esposti ad un rischio molto alto, si interrogheranno sulla loro missione e il loro dovere sociale, nei confronti dei cittadini; della loro responsabilità politica e delle azioni adeguate a debellare il fenomeno mafioso. Riusciranno a raggiungere il loro obiettivo?